Generali

IX Tenzone dantesca

Con grande orgoglio siamo arrivati a celebrare la IX Tenzone dantesca che si è conclusa il 7 maggio con la gara dedicata al Paradiso. La gioia nel costatare la buona riuscita della manifestazione è stata accresciuta dalla piacevole sorpresa di vedere cresciuto in maniera esponenziale il numero dei partecipanti e delle scuole coinvolte.

Particolarmente orgogliosi ci siamo sentiti nel prendere atto che il liceo linguistico e il classico hanno prodotto i vincitori delle gare riservate all’Inferno e al Paradiso. Anche il premio Blake ha riscosso partecipazione e gradimento, soprattutto per l’opportunità, fornita dal benevolo appoggio delle associazioni locali, di scoprire il castello del Parco sulla collina di S. Andrea, uno dei siti storici più rilevanti del nostro territorio.

Per la prossima edizione è stato già individuato il tema conduttore che svolgerà il rapporto con il viaggio e il Mediterraneo, un’area di particolare interesse e suggestione nei nostri giorni.

Annunci
Standard
Generali

XX Certamen Vergilianum

Ieri (22) e oggi (23 aprile) si è svolta la prestigiosa manifestazione del Certamen Vergilianum che quest’anno celebra il traguardo importante della ventesima edizione. La Giornata di studi virgiliani, che ha fornito un contributo per l’aggiornamento professionale dei docenti e un momento di attento approfondimento di alcuni degli aspetti culturali collegati all’opera del poeta mantovano, ha visto la partecipazione dei professori Massimo Gioseffi e Marco Fernandelli, due riconosciuti punti di riferimento nel panorama internazionale degli studi virgiliani. Il pubblico, costituito in parte da giovani studenti del Liceo e in parte da laureandi e dottori di ricerca, ha trovato un piacevole ed interessante momento di studio. Nel frattempo i giovani concorrenti erano al lavoro per fare del loro meglio di fronte ad un testo dell’Eneide virgiliana.

Al termine della prima giornata i volti dei concorrenti erano, bisogna dire, comprensibilmente sfatti e sfiancati dalla fatica intellettuale, ma soddisfatti, con gli occhi allegri per aver avuto occasione di mettere alla prova tutto il lavoro di preparazione che li aveva accompagnati  al traguardo, magari superando anche selezioni interne preliminari alla partecipazione.

La giornata della premiazione è stata piena di suspense e di gioia allo stesso tempo, poiché i giovani concorrenti si vedevano aggruppati nell’Aula Magna con i lineamenti un po’ rigidi per l’emozione e per l’ansia, ma pronti a seguire fin nel minimo dettaglio le procedure di apertura delle buste: finalmente sono risuonati i nomi dei vincitori  che hanno premiato, al vertice, Antonio De Rosa, un giovane studente del liceo “Gioia-Marini” di Amalfi, molto emozionato. Nel venire premiato il giovane ha dimostrato quanto profondamente sia legato all’impegno e al sacrificio di frequentare quotidianamente la sua scuola, sobbarcandosi ad un viaggio difficile ogni mattina presto da Tramonti fino ad Amalfi. Ma la gioia del risultato ha ripagato ogni sforzo.

Il professore Paolo Esposito ha chiuso la manifestazione confessando una grande soddisfazione nel costatare che questa edizione ha visto elevarsi mediamente la qualità dei lavori prodotti, a testimonianza della serietà e dell’amore che hanno accompagnato tutti i candidati fino alla meta.

Standard